Wishgirl

06/07/2016
Wishgirl

L’estate può essere un periodo magico, sospeso. Un periodo in cui tutti i sogni si avverano. L’importante è saperli scegliere.

 

Peter è il tipico tredicenne solitario e silenzioso, e vive in un mutismo che gli ha causato grossi problemi a scuola. Per questo lui e la sua famiglia hanno appena abbandonato la città, trasferendosi in piena campagna per l’estate.

Quello che i suoi genitori non capiscono è che Peter non vuole un posto nuovo in cui vivere, ma solo stare lontano dalle urla, dai rimproveri e dai litigi della sua rumorosa famiglia. Allora, per cercare un po’ di pace, inizia a vagabondare per la zona, scoprendo una valle che sembra pronta ad accoglierlo. E non solo lui: lì incontra anche Annie, la wishgirl del titolo, ragazzina esplosiva dai capelli rossi e con una grande passione per l’arte. Ma il tempo ha sua disposizione per realizzare le opere d’arte che desidera è tragicamente poco…

Prosegue il filone narrativo che accosta le difficili sfide della preadolescenza alla terribile verità delle malattie terminali: una scelta coraggiosa, ad alto tasso emotivo, che offre come in questo caso una bella riflessione sull’amicizia e sui desideri, quelli veri.