PRIMO MAGGIO

30/04/2015

CHI NIENTE E CHI TROPPO. MA PER TUTTI LA DIGNITÀ

 

Il lavoro è troppo importante. Lavoro e dignità della persona camminano di pari passo. La solidarietà va applicata anche per garantire il lavoro”.

Questo il commento di papa Francesco in occasione del 1° maggio, tradizionale festa del lavoro ma soprattutto dei lavoratori.

Un messaggio di speranza per i milioni di lavoratori disoccupati, sottoccupati e precari che da anni chiedono solamente il riconoscimento di un loro diritto fondamentale.

Un grido di denuncia per i 250 milioni di bambini che nel mondo sono costretti a lavorare fin dalla tenera età per aiutare  le loro famiglie  soffocate dalla povertà.

Un forte impegno per tutti affinché il diritto al lavoro sia affermato ovunque, e con esso la dignità di tutti gli esseri umani.