Festival del Film d’Animazione di Annecy 2016

16/06/2016

È cominciato oggi l’annuale Festival di Annecy, la patria dei cartoni animati per tutte le età e dei piú grandi artisti dell’animazione mondiale. I fortunati che saranno a Annecy avranno modo di guardare tutte le novità di questa stagione, ma anche da casa possiamo avere un assaggio dei capolavori presentati nelle scorse stagioni della manifestazione. In particolare su YouTube si trovano alcuni dei vecchi cortometraggi vincitori del premio principale, il premio Cristal, realizzati da animatori che hanno poi raggiunto una grande fama.

 

Purtroppo non tutti sono disponibili in italiano su YouTube. Fa eccezione il bellissimo “L’uomo che piantava gli alberi” con la voce narrante di Toni Servillo.

Alcuni di questi corti, dopo aver vinto a Annecy, hanno vinto anche il premio Oscar, come “Pierino e il lupo” di Suzie Templeton, basato sull’opera musicale di Prokofiev e animato in stop motion, o il tristissimo film giapponese “La maison en petits cubes” di Kunio Kato.

Troviamo poi alcuni dei primi lavori di registi che poi sono passati a fare lungometraggi, come “La demoiselle et le violoncelliste” di Jean-François Laguionie (regista di “La tela animata”), o “La vieille dame et les pigeons” di Sylvain Chomet (“Appuntamento a Belleville”), o “Père et fille” di Michaël Dudok De Wit (regista del nuovo “La tortue rouge”, presto in Italia). E ancora film dalle tecniche particolari, come la pittura su vetro di “Il vecchio e il mare” di Aleksandr Petrov; film tratti da libri illustrati come “The Lost Thing” di Shaun Tan (dal libro “Oggetti smarriti” dello stesso autore); e corti poi diventati lungometraggi come “Pixels” di Patrick Jean (da cui è tratto il film omonimo di Chris Columbus con Adam Sandler uscito nell'estate 2015).